APPROVATO IL BILANCIO

 

30.03.2009  I documenti contabili dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna sono stati approvati dall’assemblea degli iscritti. Nell’occasione si è svolto un dibattito sui temi della professione e della categoria.

Nella sala convegni della sede di via Barone Rossi a Cagliari, il bilancio 2008 e il bilancio preventivo 2009 sono stati approvati all’unanimità dall’assemblea, dopo la relazione del presidente del Collegio dei revisori dei conti, Franco Olivieri. C’è stata quindi la relazione del presidente dell’Odg sardo, Filippo Peretti, che ha fatto il punto sulle attività svolte nel 2008.

 

In particolare:

i procedimenti disciplinari (alcuni dei quali particolarmente delicati e di rilevanza nazionale);
la nascita dell’Osservatorio Media & Minori;
il questionario per l’iscrizione dei pubblicisti (ha il compito di educare alla conoscenza della legge ordinistica e delle norme deontologiche);
le iniziative contro le limitazioni al diritto di cronaca e alla libertà di stampa (come le norme sulle intercettazioni);
l’approvazione della Carta sul Precariato approvata dall’assemblea regionale la scorsa primavera.

 

All’assemblea hanno partecipato un centinaio di giornalisti. Nel corso dei lavori, in parte dedicati alla preparazione degli Stati Generali della categoria in Sardegna, ci sono state le relazioni del segretario della Fnsi Franco Siddi e del presidente dell’Assostampa Francesco Birocchi sul rinnovo del contratto, sul quale il presidente Peretti aveva dato un giudizio estremamente positivo. C’è stato poi, nell’ambito dei contributi che i gruppi di specializzazione erano stati invitati a dare, l’intervento della presidente regionale dell’Unci, Maria Francesca Chiappe, sul ddl Alfano. E’ intervenuto, sulla situazione della Casagit, il presidente Andrea Leone.
Chiusa l’assemblea dell’Ordine, è iniziata quella dell’Assostampa, che ha approvato l’ipotesi del contratto Fnsi-Fieg. In questa seconda parte della mattinata, il presidente della Casagit ha risposto alle numerose richieste di chiarimenti fatte dai colleghi.