INCONTRO CON GABRIELE TORSELLO

 

11.03.2009 - Un reporter di guerra nell’era digitale, un ponte oltre le differenze, alla ricerca di un dialogo possibile tra culture lontane. Operatori dell’informazione e popolo afghano tra distruzione e ricostruzione, tra conflitto e organizzazioni umanitarie, raccontati da un viaggiatore d’eccezione. Gabriele Torsello, giornalista free-lance rapito in Afghanistan nell’ottobre 2006 e rilasciato incolume dopo 23 giorni di prigionia, incontra gli studenti e il pubblico interessato nella conferenza dal titolo “Afghanistan e non solo: Il lavoro dei media nelle zone calde del pianeta”. Giovedì 12 marzo alle ore 16, nell’Aula Magna del corpo aggiunto della facoltà di Scienze della Formazione, presso il polo universitario di Sa Duchessa. Il Preside Antonio Cadeddu porterà il saluto dell’Università di Cagliari. Partecipano all’incontro-dibattito con l’autore il giornalista Claudio Cugusi, in veste di moderatore, e Patrizia Manduchi, docente in Scienze Politiche di Storia e Istituzioni dell’Islam. Nel corso della conferenza è prevista la proiezione di un’antologia di foto dell’autore, che racconterà la propria esperienza, anche personale, e parlerà del ruolo dell’informazione e delle Ong in Afghanistan. Ingresso libero.