27.09.2017 - DOMENICA 1° OTTOBRE SI VOTA PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELL’ORDINE DEI GIORNALISTI E PER L’ELEZIONE DI UN COMPONENTE PUBBLICISTA DEL CONSIGLIO REGIONALE DELL’ORDINE DELLA SARDEGNA  Si svolgeranno domenica prossima, 1° ottobre, le votazioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti. Alle 10.30, nella Sede di via Barone Rossi 29, a Cagliari, si svolgerà l’assemblea degli iscritti, mentre i seggi resteranno aperti, a Cagliari (presso la Sede dell’ODG in via Barone Rossi 29) e a Sassari (Presso la Sede della Nuova Sardegna Z.I. Predda Niedda strada 31), dalle 12 alle 20.

 

Per la prima volta voteranno anche i colleghi che si sono iscritti al Collegio unico nazionale delle minoranze linguistiche (voteranno nel seggio di Cagliari).

 

Domenica 1° ottobre si voterà anche per l’elezione di un consigliere pubblicista dell’Ordine regionale dei giornalisti della Sardegna che sostituirà il Consigliere pubblicista dimissionario.

 

Le nuove norme per la composizione del Consiglio Nazionale (che hanno ridotto il numero dei consiglieri a 60: 40 professionisti e 20 pubblicisti) assegnano alla Sardegna un consigliere professionista.

 

L’elezione di un consigliere pubblicista dipenderà invece dal numero dei votanti nella regione. Infatti, il giornalista pubblicista appartenente alla minoranza linguistica occuperà il seggio dell’eletto che ha riportato in assoluto il minor numero di voti tra i 20 giornalisti pubblicisti eletti in ciascuno dei venti Ordini regionali. In altre parole essendo 20 gli ordini regionali e 20 i seggi per i pubblicisti in Consiglio Nazionale, per far posto al rappresentante delle minoranze linguistiche,  resterà fuori il rappresentante dell’Ordine che avrà ricevuto il minor numero di voti.


Assemblea e votazioni avverranno in seconda convocazione perché alla prima convocazione (il 24 settembre) l’assemblea non ha raggiunto il numero legale (la maggioranza degli iscritti all’Ordine regionale).

 

L’eventuale turno di ballottaggio è fissato per domenica 8 ottobre 2017.


Nelle elezioni per l’Ordine non c’è il voto per delega. Per partecipare alle votazioni è necessario essere in regola con il pagamento delle quote annuali.