26.06.2015 - SELEZIONE RAI, ON LINE I PRIMI CONTRIBUTI VIDEO L’Ordine dei giornalisti della Sardegna nella giornata di oggi renderà disponibili tutti e quattro i contributi video registrati da esperti (Siddi, Cannas, Pignotti e Pinna) su tematiche riguardanti le prove di valutazione della Selezione bandita dalla Rai per i giornalisti professionisti. Si tratta di brevi conversazioni finalizzate ad inquadrare alcuni degli argomenti sui quali verterà (secondo quanto indicato nel bando di selezione) il test scritto a risposta multipla che si svolgerà il 1° luglio prossimo.

 

L’accesso ai contributi video sarà libero a tutti e potrà costituire un utile strumento di consultazione a prescindere dallo scopo contingente per il quale sono stati realizzati. 

 

I video resteranno disponibili sul canale YouTube dell'Odg della Sardegna

 

 

 

Franco Siddi, classe 1953, giornalista del Gruppo Finegil l’Espresso (la sua testata è la Nuova Sardegna), è originario del Cagliaritano (è nato a Samassi). E’ iscritto al sindacato dei giornalisti da più di 25 anni, quando diventò pubblicista in Sardegna, dopo anni di collaborazioni per il quotidiano di Cagliari L’Unione Sarda e per il Lavoratore Sardo, periodico di cultura e azione operaia delle Acli locali, che ha coordinato tra la fine degli anni Settanta e la prima parte egli anni Ottanta. Una sfida l’approdo di Siddi alla professione a tempo pieno: lunga gavetta - otto anni - da collaboratore esterno (oggi si direbbe free lance) dell’Unione Sarda. compresi due anni da corrispondente-informatore locale del Gazzettino Sardo Rai, nell’attesa interminabile di un’assunzione. La "svolta", un rischio, nell’ottobre 1981: praticante con L’Altro Giornale di Cagliari, testata che ebbe poca fortuna (chiuse nel marzo 1983), ma che avviò alla professione una quindicina di giovani, poi, professionista, quasi tre anni da addetto stampa del Comune di Cagliari e, dalla fine del 1985, alla Nuova Sardegna, prima per la cronaca poi per la politica e il "sindacale" regionale. Dalla "Nuova" riparte l’esperienza sindacale di categoria, dopo una partecipazione, da delegato pubblicista, al XVI congresso Fnsi di Pescara (1978) e un’altra, da delegato professionista sostenuto dal movimento disoccupati e precari, al Congresso Fnsi di Sorrento del 1984. Componente del Cdr e animatore dei primi coordinamenti dei Comitati di redazione dei giornali locali del gruppo Caracciolo, per dodici anni dal 1987, presidente dell’Associazione della Stampa Sarda per quasi dieci anni, dal 12 gennaio 1992 al 15 ottobre 2001, Franco Siddi (ma all’anagrafe è Francesco Angelo) ha fatto parte della Giunta Fnsi, con Giorgio Santerini segretario e Vittorio Roidi presidente, che scaturì da un ampio accordo tra le principali componenti interne siglato al congresso di Pugnochiuso (giugno-luglio 1992). Al Congresso di Villasimius (1995), del quale con la "Sarda" curò l’organizzazione, è eletto vicesegretario FNSI, di cui sarà poi presidente da fine novembre 2001 alla fine dello stesso mese del 2007. Segretario generale FNSI dal 30 novembre 2007 al 28 gennaio 2015. Attualmente è componente del direttivo della Federazione mondiale (International Federation Journalist, IFJ) e presidente dell'Associazione per l'Innovazione "TuttiMedia" fondata da Giovanni Giovannini.

 

Franco Siddi - Parte 1

Franco Siddi - Parte 2

 

 

 

Romano Cannas nasce a Ulassai il 16 settembre del 1948. Inizia la sua carriera giornalistica presso il quotidiano di Cagliari L'Unione Sarda. È stato uno dei fondatori nel 1974 di TuttoQuotidiano, altro giornale cagliaritano. Dal 1979 al 2013 ha lavorato in Rai, dove ha ricoperto diversi incarichi: capo redattore a Cagliari nel 1997, vice direttore del TG3 dal 1998 al 2003 quando torna a Cagliari per assumere la Direzione della Sede Rai Sardegna. Laureato in sociologia con una tesi sugli archivi radiotelevisivi. Ha curato l'antologia multimediale "Gli archivi della memoria". Nel 2004 ha pubblicato con la Eri il libro "Radio Brada", che ripercorre la storia della prima radio libera italiana dopo l'8 settembre del 1943. Autore di numerose inchieste per la radio e la televisione e conduttore di programmi radiofonici. Con un documentario andato in onda sulla rete 2 della Rai "I giovani del libero pensiero", dedicato ad Antonio Gramsci, ha vinto il premio di giornalismo Lao Silesu. Dal 2006 al 2010 è stato membro del Consiglio Direttivo del Museo di Arte Contemporanea la Stazione dell'arte dedicato all'artista Maria Lai, scomparsa nell'aprile 2013.

 

Romano Cannas - Parte 1

Romano Cannas - Parte 2

Romano Cannas - Parte 3

 

 

 

 

Marco Pignotti è docente di Storia Contemporanea e Storia del Risorgimento presso l'ateneo di Cagliari (Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio) e autore di numerosi libri ("Notabili candidati, elezioni. Lotta municipale e politica nella Liguria giolittiana" del 2001;"Potestà laica e religiosa autorità: il concordato del 1851 fra Granducato di Toscana e Santa Sede" del 2007; "L'Italia spiegata ai ragazzi" del 2011; "Lealtà ecclesiastica e politica unitaria. Luigi Amat di San Filippo: vita e politica di un cardinale di Pio IX" del 2012; ecc.).

 

 

Marco Pignotti - Parte 1

Marco Pignotti - Parte 2

Marco Pignotti - Parte 3

 

 

In caricamento

 

Simone Pinna, avvocato, è nato ad Iglesias. Dopo la laurea in Giurisprudenza, la nomina di assistente al Dipartimento di Diritto Pubblico, Cattedra di Diritto Ecclesiastico, la pratica forense presso lo Studio legale dell’avvocato Patrizio Rovelli, l’incarico di Tutor per la didattica assistita dell’insegnamento di Diritto ecclesiastico e Diritto canonico, l’iscrizione all’Albo degli avvocati di Cagliari, l’esercizio della professione e la continua collaborazione con l’avvocato Rovelli (con cui condivide gli indirizzi di Studio, sia di Cagliari che di Iglesias) nella gestione del contenzioso civile e penale. Più di dieci anni di vita a Cagliari. Oggi vive a Iglesias e lavora tra Iglesias e Cagliari.

 

 

Simone Pinna - Parte 1

Simone Pinna - Parte 2

Simone Pinna - Parte 3