23.10.2013 - GIORNALISMO IN LUTTO, E' MORTO PIRONTI E' morto il giornalista sassarese Fiorentino Pironti: è stato direttore dell'agenzia Agl del Gruppo Espresso, direttore della Gazzetta di Reggio e vice direttore della Nuova Sardegna, il giornale nel quale ha trascorso la maggior parte della sua esperienza professionale, iniziata sulle orme del padre Raf come corrispondente del Corriere dello Sport. Pironti è stato anche direttore di Sardegna Quotidiano, che ha cessato le pubblicazioni tre mesi fa, e del Messaggero Sardo, il periodico della Regione per gli emigrati in Italia e all'estero.
Fiorentino Pironti è stato un protagonista del giornalismo sardo e ha trasferito anche in diverse testate della penisola, tra le quali Il Tirreno, da redattore capo centrale, le sue indiscusse competenze organizzative. “L'aspetto forse principale della sua carriera – ha detto il presidente dell'Ordine dei giornalisti della Sardegna, Filippo Peretti – è stato quello di puntare sul gioco di squadra. La forza del lavoro giornalistico, diceva, viene soprattutto dalle redazioni. Anche grazie alle sue doti umane, Pironti era capace di coinvolgere e valorizzare i colleghi in un grande lavoro collettivo e con lui tutti si sentivano protagonisti. E' un aspetto della professione che oggi viene trascurato e che spiega, almeno in parte, la difficoltà dei giornali ad affrontare la crisi generale. Delle redazioni oggi si parla più per i tagli che per le potenzialità che sono ancora in grado di mettere in campo. E senza le redazioni alle spalle, tutti i giornalisti, anche le grandi firme, sono più deboli rispetto ai poteri esterni”.
Peretti ha concluso: “A Pironti mi legavano strettissimi rapporti personali di amicizia. E' stato lui a chiamarmi alla Nuova Sardegna nell'ormai lontano 1973, con lui ho lavorato sodo, con passione e con divertimento, con sincerità e lealtà anche quando c'erano punti di contrasto, potendo sempre contare sul suo sostegno e la sua solidarietà soprattutto nei momenti professionali di maggiore tensione e sugli argomenti più scottanti”. Fiorentino Pironti aveva 68 anni, da quattro era in pensione e due anni e mezzo fa era stato colpito da un male incurabile. L'Ordine dei giornalisti della Sardegna partecipa al lutto dei colleghi della Nuova Sardegna e partecipa con affetto e commozione al dolore dei suoi cari.