19.11.2013 - DELIBERA SUL “RICONGIUNGIMENTO” Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna nella seduta del 13 novembre 2013 ha approvato, sottoscrivendolo, il documento varato dai rappresentanti degli Odg regionali nella loro riunione del 30 ottobre a Roma e consegnato al vertice del Consiglio nazionale.

 

Ecco il testo del documento.

Roma 30 ottobre 2013

Visto l'articolo 34 della legge 69/63;
visti gli articoli 36 e 41 del Regolamento per l'esecuzione della stesa legge;
vista la delibera del Cnog 14-3-2013 su Ricongiungimento per i pubblicisti;
ritenuto che alcune parti della delibera del Cnog appaiono non in linea con la legge 69/63 e il relativo Regolamento esecutivo;
sottolineato che la delibera del Cnog va interpretata come governo della fase di transizione in attesa della Riforma dell'Ordine e dell'attuazione della legge sull'equo compenso;
la conferenza degli Ordini regionali, riunita a Roma il 30-10-2013, ritiene che la delibera del Cnog 14-3-2013 vada applicata tenendo conto dei seguenti requisiti indicati dalla legge 69/63 e dal suo regolamento esecutivo:

1) l'attività giornalistica relativa riferita al ricongiungimento va svolta dal pubblicista richiedente negli ultimi cinque anni, con almeno 18 mesi nell'ultimo triennio;
2) l'attività giornalistica va svolta presso una o più testate giornalistiche e sotto la responsabilità di un giornalista professionista;
3) il reddito netto di riferimento per la dimostrazione che il pubblicista richiedente viva di professione in via esclusiva è indicativamente il minimo contrattuale netto previsto per il praticante, con regolari contributi per almeno 36 mesi, di cui 18 nell'ultimo triennio;
4) perché sia possibile il Ricongiungimento in un Ufficio stampa è necessario che la struttura sia dotata di una testata giornalistica registrata presso la quale l'aspirante praticante svolga l'attività sotto la guida di un giornalista professionista;
5) il consiglio regionale dell'Ordine valuta l'attività, la consistenza e l'idoneità della redazione in cui il richiedente presta la sua attività, anche a distanza, per garantire il compimento di un adeguato tirocinio formativo.