04.11.2015 - ODG SARDEGNA E ASSOSTAMPA SARDA, COMUNICATO CONGIUNTO Sempre pi¨ spesso le pagine dei social network e di Facebook in particolare vengono considerate dagli utilizzatori come luoghi in cui si pu˛ dare liberamente sfogo all'inciviltÓ e alla maleducazione, anche con affermazioni di pura violenza verbale. E' accaduto ad Arborea a seguito di una serie di documentati articoli su una vicenda che ha riguardato il cimitero e l'amministrazione comunale. Nei confronti del giornalista autore degli articoli sono apparse su Facebook, appunto, frasi ingiuriose e incitanti alla violenza.


L'Ordine dei giornalisti della Sardegna e l'Associazione della Stampa Sarda, nel condannare con fermezza l'episodio, manifestano piena solidarietÓ al collega che ha svolto il suo lavoro con grande professionalitÓ e assoluta correttezza e auspicano che l'autore di quelle frasi si renda conto dell' inciviltÓ del suo comportamento. Nessuna minaccia potrÓ mai piegare i giornalisti, che continueranno in ogni caso ad esercitare il proprio dovere di informare con onestÓ e completezza i propri lettori.