02.10.2017 - INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI E BRAND JOURNALISM, DUE CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA DEI GIORNALISTI A ORISTANO E CAGLIARI VENERDI' 6 OTTOBRE Ci sono segnali incoraggianti, ma le iniziative per l'inserimento dei migranti in Sardegna sono ancora poche. I progetti Sprar (Sistema di Protezione per i Richiedenti Asilo e Rifugiati) per la formazione dei migranti, la loro integrazione e l'inserimento nel mondo del lavoro, sono appena 11 nell'Isola, distribuiti in otto comuni. Altri tre sono in fase di avviamento e si attende l'esito del bando ministeriale per l'autorizzazione di nuovi centri.


C'è ancora molto da fare nel campo della cosiddetta seconda accoglienza. E ci sono concrete prospettive di lavoro per associazioni, operatori del sociale, psicologi, mediatori culturali, nell'ambito di un vero programma di inserimento nel tessuto sociale isolano, con corsi di lingua italiana, tirocini, formazione e orientamento. 


Questi e altri importanti aspetti dell'accoglienza dei migranti nella nostra Isola saranno approfonditi nell'incontro “Migranti: c'è posto anche per loro”, che si svolgerà venerdì prossimo 6 ottobre nella sala del Consiglio comunale di Oristano, in piazza Eleonora, dalle 14.00 alle 17.00. L'evento, aperto al pubblico, è organizzato dall'Ordine dei giornalisti della Sardegna nell'ambito del programma di formazione continua del propri iscritti. Ai giornalisti partecipanti verranno assegnati cinque crediti formativi.


Dopo l'introduzione del presidente regionale dell'Ordine, Francesco Birocchi, interverranno mons. Ignazio Sanna, Arcivescovo di Oristano, il questore Giovanni Aliquò e il direttore del settimanale L'Arborense, Michele Corona.


Nello stesso giorno, nell'ambito di “Sinnova 2017”, l'Ordine dei giornalisti della Sardegna con “Sardegna ricerche” organizzano, presso l'ex Manifattura Tabacchi, in viale Regina Margherita 33, l'incontro sul tema del brand journalism, della deontologia e delle nuove frontiere della professione. Interverranno Luigi Almiento (segretario dell'Ordine dei giornalisti della Sardegna), Roberto Zarriello (giornalista, saggista e docente di Comunicazione digitale e Social media all'Università telematica “Pegaso” e Mario Gottardi, giornalista specializzato nella Comunicazione digitale e nei Social media. Il corso avrà inizio alle 14 e terminerà alle 17. Ai giornalisti partecipanti verranno assegnati cinque crediti formativi.